Residenziale (Ricoveri)

La riabilitazione estensiva in regime residenziale viene intesa come "l‘attività assistenziale complessa per pazienti che hanno superato l‘eventuale fase di acuzie e di immediata post-acuzie e che necessitano di interventi orientati a garantire un ulteriore recupero funzionale in un tempo definito (di norma entro sei mesi dalla dimissione ospedaliera e/odalla riacutizzazione o recidiva dell‘episodio patologico)".
Il progetto riabilitativo estensivo può svolgersi in un massimo di 60 giorni ed eventuali proroghe devono essere motivate e concordate con i competenti servizi ASL di riferimento. L‘accesso è previsto dall‘ospedale per acuti/post-acuti. L‘accesso dal domicilio è subordinato dalla valutazione multidimensionale da parte della ASL di residenza del Paziente.

La presa in carico del paziente, condivisa con la ASL, avviene con le seguenti modalità:

  • Informazioni telefoniche tramite ufficio accettazione (garantite mattina e pomeriggio);
  • Colloquio presso la Struttura (garantito mattino e pomeriggio) per eventuale compilazione scheda paziente, che viene successivamente valutata dall‘équipe per la presa in carico;
  • Il Paziente è adeguatamente informato sullo stato di salute e coinvolto nelle decisioni in merito ai trattamenti riabilitativi;

 

Occorrente per la presa in carico:

  • Documento di identità
  • Codice fiscale
  • Documentazione clinica
  • Effetti necessari alla cura della propria persona (asciugamani, sapone liquido con dosatore, shampoo, ecc.)
  • Si consigliano calzature comode, tute ginniche con apertura anteriore
  • Farmaci (ove necessario, a carico del Paziente)
  • Pannoloni (ove necessario, a carico del Paziente)

 

Accettazione

Il Paziente ed i suoi familiari vengono accompagnati all‘ufficio accettazione per il disbrigo delle pratiche amministrative e contestualmente forniti della documentazione completa (carta dei servizi, diritti doveri del malato, ecc.).
La Caposala predispone un giro conoscitivo della Struttura e l‘assegnazione del posto letto compatibilmente alle esigenze del Paziente.

Dimissione:

Alla data di dimissione, che viene comunicata da parte dei Medici e/o dal Caposala con congruo anticipo (almeno 7 giorni), il paziente è invitato ad avvertire tempestivamente i propri familiari al fine di organizzare il trasferimento. Prima di lasciare la Casa di Cura, viene consegnata una lettera di dimissione sulla quale sono sinteticamente riportate tutte le informazioni relative al ricovero, le indicazioni di eventuali terapie da effettuare a casa ed eventuali controlli per il proseguimento della terapia riabilitativa in Day Hospital o a domicilio. Nel lasciare la stanza o il servizio presso il quale si è stati assegnati, si rammenta di:

  • ritirare dal Caposala tutta la documentazione clinica personale consegnata al momento dl ricovero;
  • portare via tutti gli effetti personali;
  • espletare le pratiche amministrative di dimissione presso la Direzione Sanitaria.

 

Nell‘ipotesi che il paziente chieda di essere dimesso contro il parere dei Sanitari, lo stesso è obbligato a firmare una dichiarazione, riportata sul diario sanitario della Cartella Clinica, che solleva la casa di cura da ogni responsabilità causata da questa decisione. L‘Utente può, in casi di estrema gravità e nel caso in cui non rispetti le norme comportamentali ed i regolamenti della Casa di Cura, essere dimesso, venendo meno il rapporto fiduciario Medico–Utente, alla base di ogni attività diagnostico-terapeutica.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Direzione Sanitaria.

Villa Fulvia cura molto questo primo approccio che ha la finalità di favorire l‘inserimento del Paziente e rendergli familia­re il nuovo ambiente.
Il Paziente viene successivamente accompagnato per la compilazione della cartella clinica presso lo studio medico di reparto, dove effettuerà la visita medica generale e la visita  medico­ specialistica, la valutazione infermieristica e la valutazione funzionale fisioterapica.
Al termine di tale procedura, verrà accompagnato da un infermiere al posto letto riservatogli.
Di seguito, si riunirà l‘équipe riabilitativa e si predisporrà il progetto in considerazione degli obiettivi da raggiungere con il piano di trattamento, condiviso con il Paziente ed i familiari.

Programma della giornata tipo

Villa Fulvia, consapevole dell‘importanza delle relazioni umane mette a disposizione di Pazienti  e/o  loro familiari durante la giornata ampie fasce orarie dedicate al colloquio con i vari referenti della propria Struttura.

Di seguito si descrive la giornata tipo:

- Assistenza al Paziente di tipo infermieristico e igienico-sanitario
- Valutazione medica
- Colazione servita in sala mensa o nelle camere
- Attività riabilitativa (riabilitazione motoria o valutazione specialistica)
- Disponibilità del dirigente ad accogliere il Paziente per colloqui di natura personale e non
- Ricevimento Pazienti e familiari per colloqui con il medico di reparto
- Pranzo servito in sala mensa
- Riposo discrezionale
- Assistenza infermieristica e igienico-sanitaria in preparazione delle attività pomeridiana
- Disponibilità dell’equipe per eventuale colloquio
- Merenda
- Cena servita in sala mensa
- Assistenza infermieristica e igienico-sanitario in preparazione della notte

* Santa Messa domenicale; martedì e giovedì disponibilità del dirigente di reparto ad accogliere il Paziente per colloqui di natura personale e non nei giorni di giovedì e sabato colloquio con equipe riabilitativa.

Al Paziente è garantito un servizio continuativo di 24 ore di assistenza e sorveglianza medico infermieristica in ogni ambiente della Struttura ed in ogni attività svolta. E’ inoltre disponibile il servizio psicosociale che svolgerà attività di supporto ai Pazienti ed ai loro familiari.