Terapie Riabilitative Manuali



La riabilitazione è intesa come quella branca della medicina che comprende tutte le manovre terapeutiche che mirano alla prevenzione e alla riduzione degli esiti invalidanti, con il fine di migliorare la qualità della vita in relazione della persona al suo ambiente.

L’obiettivo della Casa di Cura «Villa Fulvia» è quello di eliminare quanto più possibile le invalidità neuromotorie e osteoarticolari, attuando tutti gli strumenti necessari affinché la riabilitazione possa ottenere i risultati desiderati. All’interno della Casa di Cura è presente un’équipe di fisioterapisti esperti e preparati, in grado di praticare le più varie forme di Terapia Manuale e Posturale a pagamento. 

La Terapia Manuale è un sistema internazionalmente riconosciuto di prevenzione, valutazione e trattamento di disturbi che interessano l‘apparato muscoloscheletrico attraverso l’uso delle mani. Essa rappresenta uno strumento indispensabile per il terapista poiché permette una valutazione funzionale globale del soggetto e mette in correlazione la disfunzione del sistema locomotore con i sintomi del paziente.

La Terapia Manuale non è in competizione con la diagnosi del medico, ma la completa. Il trattamento nella terapia manuale persegue principalmente questi obiettivi:

  • Trattamento dei sintomi;
  • Mobilizzazione dell’ipomobilità;
  • Mantenimento della mobilità;
  • Stabilizzazione dell‘ipermobilità con esercizio mirato da compiere a domicilio;
  • Influenzare il cambiamento tissutale fasciale avvalendosi di informazione verbale, informazione terapeutica continuativa e istruzione di auto-esercizi terapeutici, per l’esecuzione di un trattamento sempre più mirato delle cause disfunzionali (tessuti ossei, capsulari, legamentosi, tendinei, muscolari, e fasciali) alla base del dolore. 


La Terapia Posturale, invece, consiste nell‘allungamento attivo delle catene muscolari attraverso la respirazione e l’utilizzo di posture. Questo metodo si propone di risalire alla causa dei problemi attraverso la globalità degli stiramenti applicati. È una tecnica fisioterapica mirata a ristabilire l’equilibrio tra le varie catene muscolari della statica e della dinamica. La catena della statica è formata da muscoli che tendono ad accorciarsi, mentre i muscoli della dinamica tendono al rilasciamento muscolare.

La tecnica si basa sull‘allungamento muscolare globale, garantendo quindi al corpo di eliminare gli atteggiamenti viziosi assunti nella vita e ridonando la possibilità allo stesso di auto correggersi.

Nella categoria “Terapia Manuale e Posturale” è possibile, però, individuare altre categorie di terapie estremamente efficaci ed eseguite con dedizione e professionalità dai nostri fisioterapisti, quali:

  • La Terapia Cranio Sacrale
  • La Terapia Viscerale
  • La Terapia Miofunzionale
  • Neuro Taping Muscolare

 

Terapia Cranio Sacrale

La Terapia Cranio Sacrale è un’arte che comprende allo stesso modo le mani, la mente e il cuore, dove la sua dimensione è l’ascolto. La cosa più importante è saper aspettare, con delicata attenzione, fino a che il tessuto cominci a comunicare. Non si tratta perciò di fare qualcosa, ma, al contrario, di unirsi al paziente attraverso il contatto con il tessuto.

Attraverso questo processo è possibile instaurare un dialogo che porti ad una comprensione e ad una lettura storica personale del paziente.

La comprensione e l’esperienza di palpazione del Sistema Respiratorio Primario e la raffinata arte della palpazione dei diversi movimenti fluidi, portano alla percezione da parte del paziente di uno stato di quiete.

Da questo spazio neutrale si possono sperimentare i movimenti lenti del respiro profondo.

Per questo, la Terapia Cranio Sacrale, come lavoro sul corpo, privilegia l’ascolto e le capacità di discernere le strutture anatomiche dando la priorità alla capacità di far esprimere il potenziale e il senso del Sistema Respiratorio Primario del cliente.

A questo punto l’organismo può nuovamente orientarsi verso un’esperienza diretta e spostarsi dal fulcro della malattia al fulcro della salute.

Terapia Viscerale

La Terapia Viscerale nasce con Jean Pierre Barral, medico osteopata. Egli, studiando i movimenti ritmici degli organi, si accorse che le pressioni manuali dolci agiscono molto bene non solo sulle ossa, ma anche sul tessuto connettivo, su organi e visceri. A causa della natura delicata e spesso molto reattiva dei visceri una forza lieve e precisa garantisce i migliori risultati. Con la terapia viscerale si percepiscono le “restrizioni” di movimento degli organi, che sono sempre associate ad una sintomatologia dolorosa ben percepibile dal paziente, e che indica una disfunzione.

Dopo poche sedute tali dolori scompaiono, con grande soddisfazione del paziente che sente un sollievo immediato e duraturo.

 

Terapia Miofunzionale

E‘ un trattamento che consente di attenuare le anomalie della muscolatura facciale e masticatoria, prevalentemente in età infantile, e di eliminare i difetti di deglutizione. La terapia miofunzionale viene impiegata nel trattamento dei cosiddetti disturbi miofunzionali, ovvero delle alterazioni della mobilità e del tono della muscolatura orofacciale interna ed esterna. In condizioni normali le forze della lingua e degli altri muscoli all’interno del cavo orale sono equilibrate e interagiscono armonicamente per consentire la deglutizione, che è invece disturbata in presenza di difetti miofunzionali. In questi casi la lingua non viene premuta verso l’alto, contro il palato duro, bensì contro o tra gli incisivi e i molari, non riuscendo pertanto a trasportare una quantità sufficiente di cibo, liquidi o saliva e aumentando il lavoro a carico della muscolatura periorale. Anomalie di questo tipo possono avere innumerevoli ripercussioni sulla muscolatura del cavo orale e sui denti, portando ad esempio ad un errato posizionamento della lingua a riposo, alla comparsa di difetti di pronuncia, alla costante inspirazione attraverso la bocca con conseguente aumento della predisposizione alle infezioni delle vie respiratorie, ad un‘errata disposizione dei denti, a malformazioni delle ossa mascellari e a disturbi all’articolazione temporo-mandibolare. A ciò si aggiungano le lesioni alla muscolatura del volto, nonché problemi di tono e postura. Un disturbo miofunzionale può essere provocato dall’allattamento del poppante con il biberon anziché al seno, dalla suzione prolungata del pollice o dall’onicofagia, da difficoltà di respirazione nasale causate da allergie, dall’ingrossamento delle tonsille o da polipi, nonché da anomalie dell’ossatura del volto.

 

Neuro Taping Muscolare

Rappresenta una tecnica derivante dalla scienza kinesiologica ed il suo impiego non riguarda solo il mondo sportivo ma tutte le persone che sono afflitte da problemi di carattere muscolare, linfatico ed articolare. Mediante questa tecnica, servendosi di un bendaggio neuro-muscolare ed in associazione al principio, secondo il quale il corpo possiede la caratteristica di raggiungere in modo naturale ed autonomo la propria guarigione, si riesce ad intervenire in modo concreto su determinate patologie attraverso l’attivazione del sistema circolatorio e neurologico di ogni individuo. La tecnica è vantaggiosa per i pazienti, in quanto non richiede l’utilizzo di nessun farmaco ed oltretutto non è invasiva, riuscendo comunque a rafforzare ed addirittura integrare qualsiasi terapia si stia seguendo. E’ adatta in particolar modo per curare i muscoli, i nervi e tutti gli organi che hanno subito un trauma, fondamentale in osteopatia, fisioterapia, massofisioterapia, medicina dello sport e ginnastica posturale. Il metodo viene utilizzato per controllare la circolazione sia linfatica che venosa. Il Taping Neuro Muscolare si occupa di ripristinare il funzionamento non corretto dei muscoli che può essere alla base di diversi sintomi. E’ una tecnica terapeutica che permette di rendere liberi i movimenti, con lo scopo finale di rendere il sistema muscolare in grado di aiutare l’organismo a guarire autonomamente in modo biomeccanico.