La Direzione Sanitaria della Casa di Cura Villa Fulvia ha stabilito la pianificazione degli accessi alla struttura da parte dei visitatori, in accordo con le nuove indicazioni fornite dalla Regione Lazio.

Dal mese di luglio 2021, si potrà accedere all’interno della struttura nelle aree dedicate, per una visita di 20 minuti e con un massimo di due personeper paziente, secondo la turnazione giornaliera ed oraria prevista, PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO AL NUMERO 0671050519 DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE 12:00 ALLE 13:00.

Nel rispetto delle vigenti normative finalizzate al contenimento della diffusione del Covid-19, i familiari/amici potranno, quindi, far visita ai loro cari incoraggiandoli e stimolandoli durante il loropercorso riabilitativo.

Ricordiamo che il giorno della visita il parente potrà portare il cambio biancheria per il proprio congiunto.

Il visitatore dovrà:

  1. Presentarsi all’ingresso pedonale di ViaAcerenza n.3 presso l’URP;
  2. Essere in possessodi referto di tampone antigenico negativo effettuato da non più di 48 ore precedenti l’accesso (attenzione: anche per i visitatori vaccinati anti SARS-CoV-2);
  3. Compilare un questionario relativo al rischio di esposizione e alle proprie condizioni cliniche, e consegnarlo al Personale preposto;
  4. Avere una temperatura corporea inferiore a 37,5°C e,in caso di rilevazione della temperatura maggiore o uguale in due misurazioni consecutive, non potrà essere consentito l’accesso, e sarà consigliato alla persona di rivolgersi al proprio Medico di Medicina Generale;
  5. Non avere sintomi influenzali;
  6. Indossare la mascherina durante tutta la permanenza all’interno delle aree dedicate;
  7. Effettuare una corretta igienizzazione delle mani;
  8. Rispettare il distanziamento sociale e l’etichetta respiratoria.

A tutti chiediamo la cortese collaborazionenel rispettare i criteri definiti per le visite onde evitare un cortese ma fermo diniego di ingresso. Ringraziamo tutte le persone che, anche in questo periodo di necessaria limitazione degli accessi alla struttura, non ci hanno fatto mancare la loro comprensione e il loro sostegno.